#Ghetto Chic 00# – Intro: di che parliamo?

Che è il writing?
Partiamo da questo excursus per i non addetti ai lavori, in modo da poter introdurre chiunque a questa forma d’arte che imperversa in tutto il mondo comprendo gli angoli grigi delle nostre città.

Il writing è una delle quattro discipline fondanti della cultura Hip Hop, che nasce nell’estate del 1973 a New York, nel Bronx. L’Hip Hop fu l’effetto del disordine di quel quartiere in quegli anni: una denuncia creativa nei confronti della situazione sociale che le persone affrontavano nelle periferie delle grandi metropoli. Il Bronx era quotidianamente martoriato da decine di incendi, causati da persone che volevano fregare le assicurazioni per racimolare qualche dollaro e tirare avanti. Questa situazione critica è testimoniata dalle foto del tempo, con isolati completamente distrutti di cui erano rimaste soltanto le macerie. In questo bel quadretto va aggiunta la criminalità, New york era una città in mano alle gang, che regolavano le loro faide.

Nasce quindi, da una situazione ben oltre il precario, un movimento di reazione a tutto questo disagio in cui si ricerca tramite la creatività una voglia di riscatto, creando qualcosa di nuovo e di positivo.

Il writing vive con il bisogno di denunciare il proprio malcontento e veicolare la voglia di rivalsa nei confronti della società stereotipizzante facendo della gente poco più che un numero. E cosa c’è di meglio se non i muri delle città per affermare la propria esistenza con un gesto innovativo che chiunque vedrà non potrà ignorare?

Col tempo l’intenzione di arrivare forti come un pugno in bocca a più gente possibile cresce e proprio per questo si passò ben presto ai vagoni della subway newyorkese, in modo che l’operato dei writers venisse portato in ogni angolo della grande mela. Quest’arte avrà un’evoluzione spaventosa e diventerà uno dei linguaggi artistici più utilizzati in tutto il mondo, ormai ovunque ci sono crew di writers che lasciano il loro segno su ogni possibile superficie con lettering e puppet: bombardando i vagoni delle metropolitane con i loro Throw-Up o segnando con il marker qualunque cosa, dalle porte dei cessi ai cartelli stradali con le loro tag.
Tanto vilipesa quanto apprezzata, attraversa anche Genova – in cui nasce Sta*mina – , dove negli anni sono passati molti artisti importanti a lasciare la loro traccia: Blu, Erika il Cane, 108, Phase2, Etam Cru, Peeta, Macs, Nemo’s e molti altri nomi che andremo a vedere nei prossimi articoli.

Progetto modesto ma ambizioso a noi vicino è il gruppo Subway Connection e Subway Crew, che si propongono di ricreare un punto di aggregazione per la cultura Hip Hop, tramite varie inziative come anche le Writing jam – di cui la prima fatta il 24 febbraio 2018 al Laboratorio Sociale Occupato Autogestito Buridda – dove c’erano writer provenienti da tutto il nord Italia: Wubik e Deep da Torino; Eencs, Crea, Sker, Trust da Milano; Skeone, Shen, Zero, Dower, Piolo da Genova della Subway Crew.

Ai ragazzi di Subway Crew abbiamo fatto una brevissima intervista giusto per farveli conoscerli un po’ meglio e andare a dare un occhio se volete ai loro lavori.

* Come nasce Subway Crew? * 
Nasce tra un gruppo di amici che dipingono insieme da anni, accomunati dalla necessità di dare una piccola scossa alla scena genovese.

* Quali obiettivi avete? *
Gli obiettivi sono chiari, dare alla scena di Genova quello che merita: eventi di graffiti e hiphop in generale.

* Collaborate con altre realtà? *
Per noi è importantissima la collaborazione con subway connection, “mamma chioccia” di subway crew, che ha permesso la nascita del collettivo.

* Com’è andata la jam? Quali sono i vostri prossimi eventi? *
I prossimi eventi, che si possono trovare sulla nostra pagina Facebook e su Instagram, saranno tra primavera ed estate, tutti outdoor, dopo il primo all’interno del lsoa Buridda. La prima jam del collettivo, svoltasi il 24 febbraio, ha visto la partecipazione di alcuni ospiti tra i più influenti in italia. La chicca sicuramente è stata il concerto di egreen alla sera che ha ricreato una situazione molto old school, donando la famosa ciliegina sulla torta alla jam pomeridiana.

Qui di seguito vi metteremo le immagini dei loro lavori, in modo che possiate capire meglio il mondo dei writer *

– Kelevra

Bds Crewmariarosk e losteShensubway cresubway crew

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: