Pioli: panoramica sulle auto-produzioni

Tutti gli amanti dei fumetti conoscono grosse case editrici come Bao Publishing, Tunué, Rizzoli, Coconino, Saldapress, ecc., ma solo un numero ridotto conosce la realtà delle auto-produzioni. Per fortuna la situazione sta cambiando, grazie anche alle grosse fiere del fumetto come il Treviso Comic Book Festival, l’ARF e il Lucca Comics, che ogni anno dedicano agli artisti e ai collettivi di fumettisti che si auto-producono una grande area a loro dedicata.

Anche Sta*mina vuole contribuire alla diffusione di questa dimensione in continua crescita e ha chiesto a me di farvi fare un breve tour all’interno di questa realtà. Ecco infatti alcune tra le principali auto-produzioni che meritano di essere seguite e sostenute:

Delebile. Forse la più grande e importante, è nata nel 2010 e ha all’attivo ben diciotto pubblicazioni, di autori sia italiani che esteri. Ho avuto il piacere di leggere Home, una raccolta antologica pubblicata nel 2014, e l’ho trovata un vero gioiello. Tra tutte le storie, a colpirmi di più è stata sicuramente quella di Mauro Nanfitò e Andrea Settimo, che in modo semplice e genuino sono riusciti a raccontare una storia cruda ma estremamente emozionante.

Mammaiuto. Collettivo costituito da ben quindici autori e attivo dal 2011, pubblica fumetti sia online che in cartaceo. Nel 2015 ha raggiunto un accordo con la casa editrice Shockdom per la pubblicazione di alcune sue opere nella collana Fumetti crudi.

Manticora Autoproduzioni. Creata nel 2012, è costituita da un gruppo di otto studenti dell’Accademia di belle arti di Bologna e ha all’attivo sette pubblicazioni. È una presenza costante alle principali fiere del fumetto italiane. Tra le sue opere, è certamente degna di nota Le piccole morti: il brossurato raccoglie al suo interno quattro storie il cui tema comune è quello dell’amore e della morte. Nobisi, di Brian Freschi e Flavia Biondi si è aggiudicato quest’anno il premio Micheluzzi per la categoria Miglior storia breve.

Sciame Press. Nonostante sia nata soltanto nel gennaio 2016, Sciame è già riuscita a far parlare di sé e a ritagliarsi uno spazio di tutto rispetto nel panorama delle auto-produzioni. Con Armata spaghetto, uno spillato antologico arrivato ormai al terzo numero, non ha mai sbagliato un colpo, riuscendo sempre a fondere perfettamente influenze pop e underground.

Attaccapanni Press. Anche questa ha visto la luce soltanto di recente, ma è stata già in grado di confezionare delle opere che hanno trovato un forte riscontro nel pubblico. Tramite il sistema del crowdfunding, infatti, il gruppo è riuscito a finanziare la pubblicazione delle sue opere antologiche Grimorio e Melagrana e si sta adesso dedicando alla sua terza campagna, dedicata ad AVE, che conterrà al suo interno dieci storie di dieci pagine basate sul tema dell’incontro e realizzate da talenti esordienti o già conosciuti del panorama italiano.

Sebbene queste siano alcune delle più importanti auto-produzioni italiane, esistono moltissimi altri collettivi di fumettisti. Dopo questa breve panoramica, mi concentrerò infatti su realtà singole, parlandovi un po’ di loro e delle rispettive pubblicazioni. Nel bene e nel male, s’intende!

– Jodariel

Una risposta a "Pioli: panoramica sulle auto-produzioni"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: