Editoriale #10 * Alt+0200

Beh.
E’ un bel problema.
Come dire
E’, un bel problema.
Intendo che scrivere la E con l’apostrofo invece che con l’accento. Invece di È.
Un bel problema.
Ma nemmeno poi tanto “bello bello” se vogliamo andare a vedere, perché non è poi così elegante. Ma a parte questo, mi dirai, embé?

Ma come embé?!
La e senza accento ma con l’apostrofo è un problema Enorme!
È simbolo di un decennio passato a scrivere male, fatto di cmq, tvb, xk e stronzate simili. Non ti rendi conto della gravità della questione? Non senti il sacro codice Alt+0200 che incombe su di te per forzarti verso la giusta via?
Se non si ha la voglia di sforzarsi per cercare di inserire un simbolo giusto, di premere cinque tasti invece che due, di allenare la propria lingua scritta per fare allenamento anche per la vita parlata, come pretendiamo che la gente insorga per dire No alle ingiustizie del mondo?!

Qui non si tratta di accenti o apostrofi, di elisioni mancate, di gravi invece di acuti. Qui si tratta della dignità umana. Del sentirsi uniti. Del.. del.. del.. cazzoneso!
Qui bisogna battagliare per riuscire a scuotere le coscienze.

Immaginatevi orde di bimbiminkia che vagano per il mondo senza conoscere il significato di una “d” eufonica. Quale scenario orripilante e spaventoso ci verrebbe mostrato? Non potremmo nemmeno fermare una persona senza chiedergli cosa avesse fatto a scuola e sentirsi rispondere che lui ricopiava!

Allora vieni qua, tu, sì tu, fermati e avvicinati. Ascoltami.
– Dimmi.
– Tu pensi che abbiamo il dovere di perseverare nella manutenzione linguistica?
– Si.
– Trovi dunque che sia doveroso correggersi e correggere quando ci si trova dinanzi a un errore?
– Certo.
– E allora dimmi. Tu pensi di riuscire in questo intento? Di diventare araldo di un futuro “grammaticato” e sereno, ove finalmente tutti possano comunicare senza decriptarsi a ogni frase, a ogni parola, a ogni virgola?! Ti senti degno di questo compito e di divulgare il verbo cosicché altri come te possano diventare persone migliori?! Rispondimi!
– …
– …
– Un pò.
– …
– …

Alè! Finito. Ora va’, che senza dita non nuocerai più a nessuno.
E se riesci,
cerca di morire..

– Sbozzaleonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: